Vuoi cambiare i tuoi infissi? Richiedi un preventivo gratuito

Detrazione infissi 2021: il bonus infissi 110%

Andiamo oggi alla scoperta di tutti i segreti riguardo la detrazione infissi 2021, facendo chiarezza su cosa comporta e chi potrà usufruirne. Se avete intenzione di compiere qualche lavoro sulla vostra casa, e in particolare riguardo infissi e miglioramenti energetici, avrete sicuramente parlare di questo ecobonus 110%, che permette di recuperare appunto il 110% della spesa sostenuta per determinati tipi di lavori. Ovviamente non tutti ne possono usufruire, ed esistono dei canoni ben precisi da rispettare per poter accedere al bonus, con delle restrizioni piuttosto delineate. Cercheremo ora di fare quindi chiarezza e capire se anche voi potrete accedere alla detrazione infissi 2021.

Detrazione infissi 2021: cos’è e chi può usufruirne

La detrazione infissi 2021 è una sovvenzione, entrata in vigore attraverso il Decreto Rilancio, che, come abbiamo detto, permette di recuperare il 110% della spesa sostenuta per lavori finalizzati a migliorare l’efficienza energetica sul proprio immobile. Esistono alcune linee guida da seguire per potervi accedere e soprattutto delle restrizioni riguardo a dove poter svolgere il lavoro. Innanzitutto, dobbiamo sottolineare che questo bonus permette di recuperare le spese, ma nell’arco di cinque anni e attraverso un credito d’imposta. Inoltre, esiste un massimale di 90000 euro, che si può raggiungere solo se si compiono entrambi i lavori previsti per questo genere di agevolazione: la sostituzione di una caldaia con una nuova di classe A e l’applicazione di un cappotto termico alle pareti. Se invece avete intenzione di svolgere solo uno di questi lavori, il massimale arriva a 30000 euro per la caldaia e a 60000 per il cappotto termico. Altra condizione fondamentale per accedere alla detrazione infissi 2021 è quella per cui ne possono usufruire solo persone fisiche e solo se i lavori riguardano case indipendenti o condomini, non in costruzione, che costituiscano prime case.

Ci sono poi alcune deroghe, e quindi è più semplice comprenderlo con alcuni esempi:

  • Per le case all’interno di un condominio, il bonus si applicherà solo se sarà l’intero condominio ad essere ristrutturato. Se i lavori saranno fatti ad un solo appartamento non si potrà usufruire dell’ecobonus 110%.
  • Una villetta unifamiliare, che sia la vostra prima o seconda casa, o che la diate in affitto, potrà sempre usufruire del bonus.
  • Avete diritto al bonus anche se siete proprietari unici di un edificio composto da 2/4 unità.
  • Non può essere considerato il bonus, se l’immobile in questione è registrato come laboratorio, commerciale, studio o negozio.
  • Se la vostra seconda casa si trova in un condominio che viene ristrutturato secondo questi canoni, avete invece diritto al bonus.

detrazione infissi ecobonus

I lavori da effettuare per ottenere l’ecobonus 2021

Ora che abbiamo visto chi può accedere alla detrazione infissi 2021, andiamo quindi a scoprire quali sono i lavori che permettono di accedere a questo bonus. Abbiamo detto inizialmente che sono previsti due tipi di miglioramenti energetici: la sostituzione della caldaia con una classe A e l’installazione del cappotto termico sulle pareti. Questi lavori di ristrutturazione devono portare un miglioramento di almeno due classi energetiche, e soprattutto deve essere provato che quello sia il miglior risultato raggiungibile. Parlando in termini più pratici, possiamo considerare il 25% delle pareti come il limite minimo sul quale svolgere lavori per applicare questo famoso cappotto termico. In questo caso si avrà un tetto massimo di ecobonus corrispondente a 60000 euro per unità abitativa. Per quanto riguarda le caldaie, abbiamo detto che il tetto arriva a 30000 euro, per la sostituzione di impianti di riscaldamento di classe A, che siano queste caldaie a pompa di calore o a condensazione. Esistono poi alcuni lavori residui, che possono comunque rientrare nell’ecobonus, ma solo se svolti in concomitanza con quelli appena elencati. Stiamo considerando la detrazione infissi 2021, e tra questi lavori aggiuntivi c’è proprio la sostituzione degli infissi e delle schermature solari. Vengono considerati tali tende da sole, tende tecniche e persiane, e il tetto massimo risulta 54.545 euro. In aggiunta si possono anche sostituire gli impianti fotovoltaici, con un massimale di 48000 euro.

Detrazione infissi 2021: certificazione, pagamento e termini

Le condizioni per la detrazione infissi 2021 sono piuttosto chiare, ma il processo non finisce certo qui. Bisogna seguire alcune indicazioni per essere sicuri di poter rivendicare il diritto ad accedere all’ecobonus, a partire dalle certificazioni fino ad arrivare ai pagamenti. La prima cosa da fare è infatti contattare un termo-tecnico, con lo scopo di certificare che tutti i lavori siano svolti secondo le direttive della legge. Dovrà inoltre garantire che i costi rimangano in linea con le verifiche di congruità che l’Agenzia Delle Entrate potrà eventualmente fare in futuro, a fronte di una responsabilità penale. Per quanto riguarda il pagamento, saranno accettate solo fatture con bonifico parlante, ovvero quello nel quale devono essere contenute tutte le specifiche necessarie per non incorrere in confusione con altri pagamenti. Infine, esistono dei termini da rispettare per poter ottenere questo ecobonus 110%: i lavori potranno essere fatti dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2022.

Conclusioni riguardo la detrazione infissi 2021

Come abbiamo visto, la detrazione infissi 2021 si compone di diversi elementi e tante specifiche da tenere in considerazione se si vuole ottenere questo rimborso. Per questo motivo è consigliabile affidarsi a professionisti competenti e trasparenti, come Mediterranea Serramenti S.r.l., così da poter essere sempre sicuri che tutto sia in regola con le normative, e che il lavoro sia svolto in maniera impeccabile. Questo ecobonus da 110% è una vera occasione per poter ristrutturare la vostra abitazione, e soprattutto per poter finalmente aggiornare la classe energetica. Fare fronte all’emergenza climatica e al problema dell’inquinamento è ormai fondamentale, e non esisterà una possibilità migliore di questa per poterlo fare. Per questo motivo, se avete un immobile che necessita di questi miglioramenti, è arrivato assolutamente il momento di iniziare a ragionare su questa possibilità. Non vi resta che contattare gli specialisti e dare finalmente il via a questa rivoluzione.

Richiedi un preventivo gratuito e ricevi tutte le informazioni che desideri

Ti risponderemo il prima possibile